Benvenuti nel nostro sito web

All'interno del sito potrete trovare informazioni sull'Associazione e le nostre attività a supporto del Progetto di Ricerca Intervento "L'InCanto di Nascere", il primo progetto italiano di ricerca sperimentale sugli effetti della cantoterapia nei bambini nati pretermine attualmente in forma pilota presso il reparto di Neonatologia dell'Ospedale di Piacenza.

 

Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.

VIDEO DOTT. BIASUCCI (primario pediatria neonatologia ospedale di Piacenza)

In occasione del V Convegno di Medicina e Fisica Quantistica tenutosi a Piacenza il 14 ottobre 2017, il Prof. G. Biasucci ha parlato del Progetto di Cantoterapia con la Voce del Cuore, sostenuto dalla nostra Associazione, che si tiene presso il reparto di Patologia Neonatale dell'Ospedale di Piacenza.

IL TUO SOSTEGNO ECONOMICO È FONDAMENTALE

Per la tua donazione a supporto della realizzazione del progetto L'InCanto di Nascere c/o il reparto di Neonatologia dell'Ospedale di Piacenza

CLICCA QUI

DESCRIZIONE PROGETTO

Nel gennaio 2017, presso il reparto di Neonatologia dell’Ospedale di Piacenza, è iniziato il progetto pilota di Cantoterapia L’InCanto di Nascere’ . Tale progetto ha preso vita dal Cuore di Anna Chiara Farneti, musicologa, cantante e cantoterapista, e si concretizza e perfeziona grazie alle intuizioni nate dal dialogo con l’Associazione Spazio Tesla al IV° Convegno di Fisica e Medicina Quantistica del 2016, dalle idee della psicologa Chiara Ferri e del life coach Alessandro Benetti e dall'accogliente entusiasmo del Prof. Biasucci. 

 È nell'energia del motto 'Insieme è possibile’  che il progetto approda ad una seconda fase di sviluppo per la ricerca ed il sostegno immediato dei piccoli nascituri e delle loro famiglie, ed alla nascita della Onlus che lo coordinerà.

L’idea è nata per dare un supporto innovativo, non invasivo e amorevole ai bambini in difficoltà e ai loro genitori, attraverso l’ascolto della ‘Voce del Cuore’ di Anna Chiara Farneti, un canto creato appositamente per loro, con armonie, frequenze e intensità adeguate a ciascun bambino e genitore.

L’utilizzo particolarmente innovativo che la Dott.ssa Farneti fa della voce e del canto ha riscontrato, negli ultimi anni, molti benefici su adulti e bambini, verificati anche attraverso apposite apparecchiature in grado di osservare i cambiamenti fisici, emozionali ed energetici avvenuti durante e dopo l’ascolto.

Nel misurarsi con un'arte come il Canto, la posizione della Medicina ha negli ultimi anni notevolmente ampliato i propri orizzonti. I diversi animi che muovono l'agire Medico si sono coniugati in una prospettiva integrata tra il rigore "scientifico" e la creatività "artistica".

La Cantoterapia riassume in sè la prova di come Scienza ed Arte possano dialogare e collaborare, sebbene usufruiscano di linguaggi notevolmente diversi. La cura dei neonati rappresenta un'ambito del tutto particolare nel quale aspetti fisiologici, psicologici, affettivi, relazionali, creativi ed artistici si intrecciano tra loro. E' proprio all'interno di uno scambio di "ragione" e "sentimento" che è nato e si è sviluppato il progetto di Cantoterapia rivolto ai bambini prematuri ed alle loro famiglie.

Sono ormai innumerevoli le osservazioni scientifiche che testimoniano una notevole sensibilità neonatale alle informazioni sonoro/musicali. Esiste una predisposizione ad impiegare il suono ed elementi pre e proto musicali come veicolo espressivo e comunicativo. M. Imberty (2002) ci dice che "la musica trae il proprio potere dalla sua doppia natura, biologica, ma anche profondamente sociale, esattamente come il linguaggio". Nelle prime settimane di vita il sistema uditivo del neonato si sviluppa in misura maggiore rispetto agli altri distretti sensoriali: la voce materna è immediatamente riconosciuta ed è tramite l'interazione con questa voce che l'ambiente sonoro del neonato acquista progressivamente senso. Le prime esperienze che il bambino sperimenta sono dunque di carattere sonoro: " l'eco materna è il primo fenomeno sonoro strutturante il rapporto tra soggetto e mondo", (M. Imberty, 2002).

Tali evidenze supportano l'intervento Cantoterapico rivolto ai bambini prematuri poiché facilitano il recupero ed il proseguimento di un'interazione madre/bambino precocemente interrotta e lo sviluppo di un dialogo intersoggettivo fondante l'evoluzione psichica e fisica del neonato.

La nascita prematura ed i rischi ad essa associati, stimolano i ricercatori allo sviluppo di programmi terapeutici che includano sia la madre che il bambino, considerandoli come un'unità. La voce ed il suono possono aggiungere qualcosa di "naturale" alla necessaria ed abbondante tecnologia del reparto di Terapia Intensiva Neonatale: si tratta di stimoli preziosi, fonte di benessere, occasione di apprendimento, mezzo di comunicazione che limitano l'isolamento del bambino ed il senso di impotenza del genitore.

In Italia, le applicazioni della Musicoterapia e della Cantoterapia sono piuttosto rare. Tra le esperienze degne di nota degli ultimi anni vi è quella dell'Ospedale A. Manzoni di Lecco, struttura che possiede un reparto molto attrezzato dedicato alla patologia neonatale e che ha attuato un progetto di "songwriting" per le madri dei prematuri; presso l'Università di Torino, in Neonatologia, si è attuato tra il 2002 ed il 2003, un progetto di ascolto del canto materno che ha mostrato una significativa stabilizzazione dei parametri fisiologici del neonato; infine, a Bologna, presso il Policlinico Sant'Orsola sono attivi dal 2006 progetti di Musicoterapia e Cantoterapia rivolti ai neonati ed ai loro genitori.

Il progetto pilota che si è svolto presso la Terapia Intensiva Neonatale dell'Ospedale di Piacenza, durato quattro mesi, ha rilevato i parametri fisiologici dei neonati durante sessioni di Cantoterapia a cadenza settimanale. Le evidenze statistiche emerse dal confronto dei set di misurazioni pre e post trattamento hanno mostrato un'alta significatività: in particolare, si è osservata una regolarizzazione della frequenza cardiaca ed un aumento della saturazione d'ossigeno nel sangue.

Il progetto prevede ulteriori ricerche a più ampio raggio, come accompagnare i genitori a comprendere l’importanza del suono della loro voce per un bambino che non può stare in roaming e che magari è anche in incubatrice. Il suono arriva nel profondo attraversando anche gli organi fisici, e far scoprire ai genitori che non possono accarezzare loro figlio fisicamente, che lo possono fare con la voce del cuore, donandogli fiducia, amore e conforto, è un grande Dono per tutti. La lontananza che spesso si crea in situazioni di difficoltà e paura, viene notevolmente accorciata, se non eliminata completamente, il genitore si sente ‘utile’ e il bambino lo sente presente e si sente amato e coccolato.

 

MATERIALI DI APPROFONDIMENTO

QUESTA SEZIONE È IN CONTINUO AGGIORNAMENTO GRAZIE AL CONTRIBUTO DEI VOLONTARI

per ulteriori informazioni e richeste materiali scrivi a info@incantodinascere.it

 

LINK VIDEO:

---> https://www.facebook.com/AuslPc/videos/1543458932413439/ 

[pubblicato da Azienda Usl Piacenza: Coccole speciali per i neonati #prematuri dell’ospedale di #Piacenza: oggi, in occasione della giornata mondiale dedicata ai piccolissimi venuti al mondo prima del termine, in Pediatria si è svolto un momento dedicato alle famiglie. L’associazione Cuore di Maglia ha donato alcuni indumenti realizzati a mano. Ospite della ricorrenza è stata Anna Chiara Farneti, canto-terapeuta e life coach, anima del progetto “Incanto di nascere”. Alcune mamme e papà hanno testimoniato il loro grazie al personale medico e infermieristico della patologia neonatale di Piacenza, dove vengono ricoverati ogni circa 150 prematuri. “Il nostro sforzo – ha spiegato il primario Giacomo Biasucci insieme alla coordinatrice Roberta Re – è quello di migliorare sempre di più la qualità dell’assistenza, in particolare potenziando la formazione dei nostri operatori”.]

---> https://www.youtube.com/watch?v=F4bPP0ayW1c&feature=youtu.be

[Intervento di canto terapia nel reparto di patologia neonatale dell'ospedale di Piacenza, svolto dalla Dott.ssa Anna Chiara Farneti (musicologa, cantante e cantoterapista) a cura dell'associazione L'InCanto di Nascere. Il progetto di canto terapia si chiama "L'InCanto di Nascere" e Anna Chiara Farneti sta creando un canto apposito (la voce del cuore) per mamma Alessia e il suo bimbo nato prematuramente che possa donare loro benessere e armonia. Per approfondimenti e donazioni a sostegno del progetto: www.incantodinascere.it GRAZIE di Cuore]

 

LINK ARTICOLI:

---> Comunicare con il Canto per il benessere sociale (dal Quotidiano Libertà di Piacenza - Volontariato 13 novembre 2017)

 

LINK FOTO:

---> GIORNATA MONDIALE DEL PREMATURO